Un sano ritorno alle radici non fa mai male! Anche se io sono piuttosto propensa a proporre cucina etnica e pasticceria francese, ogni tanto un "passaggio per casa" a salutare ci vuole.  Oggi mi sembra un buon momento per fare una capatina nei meandri della cucina tipica veneziana (di cui io non sono particolarmente fun) per proporre gli Zaeti. Sono dei biscotti tipici a base di farina "00" e farina di polenta o mais che dir si voglia. Immancabile sulle nostre tavole!

10052009007_1

Ingredienti:

210 gr zucchero a velo
300 gr burro pomata
3 gr sale
- - -
3 gr ammoniaca
- - -
45 gr polpa di cubetti di arancio
120 gr uova
- - -
360 gr farina "00"
240 gr farina gialla fine
- - -
210 gr uvetta
100 gr pinoli

Pesare tutti gli ingredienti.

Procedimento:
Far girare sul robot il burro a pomata (non sciolto, ma ammorbidito tale che risulti cremoso) con lo zucchero a velo ed il sale, finché il composto non diventa bianco chiaro e gli ingredienti non si sono leggermente "montati".
Aggiungere l'ammoniaca senza arrestare il robot. Di seguito versarvi le uova e i cubetti d'arancio sminuzzati. Lasciar girare il robot fino a quando il tutto non risulta omogeneo, diminuire la velocità ed aggiungere poi le due farine. In questo passaggio bisogna far attenzione a non mescolare l'impasto troppo a lungo altrimenti l'amido presente nella farina renderà colloso l'impasto. Per avere dei biscotti friabili consiglio di fermare il robot appena vedete che le farine si sono amalagamate. Inserire uvetta e pinoli e far girare per pochissimo tempo.
Versare l'impasto in una placchetta tra due strati di carta da forno appiattirlo leggermente con l'aiuto di un mattarello e mettere un'ora scarsa in frigo.
Prelevare delle piccole quantità d'impasto e fare delle palline della dimensione desiderata (attenzione perché l'impasto lievita un pò in forno). Cuocere a forno preriscaldato a 180° per 12 minuti circa. La cottura dipende dal forno e dalla dimensione dei biscotti, perciò il tempo è indicativo. Meglio sorvegliare i biscotti la prima volta che fate la ricetta.